24
gen
2017
0

Eco pelliccia, un must have invernale

Eco pelliccia, un must have invernale

Quest’ anno il freddo si sta facendo sentire davvero. E come direbbe mio nonno, che ha dedicato una vita intera all’agricoltura, l’inverno non è inverno senza freddo. La terra ha bisogno del freddo. Muoiono i parassiti, la neve e il gelo proteggono il seme.

Ma se in campagna puoi passare tranquillamente un’intera stagione con le stesse due tute imbottite da lavoro e una vecchia giacca a vento, noi qui sul pianeta fashion abbiamo ben altri seri problemi: proteggerci dal freddo, mantenere sembianze femminili e cambiare spesso le nostre mise. Il che, se d’estate può sembrare un gioco divertente tipo “gira la moda”, in inverno si può rivelare una questione un tantino insidiosa.

Direi che il problema principale nasce dal fatto di trovare il capospalla giusto, che prima di tutto faccia molto caldo. Poi che allo stesso tempo anche sia bello, elegante, femminile e versatile. E magari, già che ci siamo, non costi una fortuna. Partiamo già male. E’ chiaro che tutto insieme non si può avere, bisogna trovare dei compromessi.

Il primo compromesso consiste in un patto tra noi stesse e il nostro armadio, che purtroppo, ha uno spazio limitato. Di conseguenza non potra mai contenere tutto ciò che vorremmo. Questo, per esempio, è il mio problema principale: ho poco spazio e il poco che ho è occupato da cose che ormai non indosso più ma non riesco ad eliminare perchè ci sono affezionata. Gravissimo errore. Eliminiamo ciò che non serve (mi sto seriamente imponendo di farlo entro febbraio), poi rassegnamoci al fatto che un solo capospalla non può bastare, ne servono almeno tre.

Una volta fatto pace con il nostro guardaroba, possiamo iniziare a ragionare. Quante bellissime ispirazioni di look invernali ci sono su Instagram e Pinterest! Peccato che il 95% siano irrealizzabili, almeno per me. Parliamo di cappottini sottili, aperti senza bottoni, abbinati a jeans con decolletè tacco 12 senza calze e magari pure a maglioncini cropped. Niente da fare, qui stiamo parlando di temperature intorno a -5°C e al mattino, all’alba, mentre scongelo il vetro della mia macchina prima di partire, mi aspetto di vedere anche qualche pinguino. Il cappotto è un capo inutile quando fa troppo freddo. Per quanto riguarda tacchi senza calze e caviglie scoperte, ammiro i temerari e non so come resistano. Io in questi giorni ho avuto freddo ai piedi anche con gli ugly UGG di montone.

Io che ho bisogno anche della canottiera di lana. Io che ho avuto il coraggio proprio un paio di giorni fa di indossare due sciarpe, una sull’altra per fare un giro in centro a Ferrara.

Non sarò mai cool. Ne prendo atto e vado avanti.

So che molte fashioniste puriste sono contro il piumino, dicono che faccia sembrare cotechini. Lungi da me, che sono perennemente imperfetta, il voler dispensare consigli, ma diamogliela una possibilità, a questi piumini. Se sono lunghi, fatti a cappottino, imbottiti ma piatti, non stanno così male. Con uno stivale con qualche cm di tacco può persino slanciare. E questo per me è il primo capospalla invernale dei tre da infilare nell’armadio.

Il capospalla numero due è il parka con il cappuccio di pelo. Genere un po’ più sportivo ma versatile. Sono ormai un paio di stagioni che va alla grande, a me piace molto e ne sto cercando uno verde militare in sostituzione al mio che ormai, purtroppo, è da buttare. L’ho usato tantissimo.

Il capospalla numero tre, invece, per stare calde senza rinunciare alla femminilità è l’eco pelliccia. Un capo davvero furbo perchè è confortevole, morbido, non richiede il sacrificio di animali e il prezzo è solitamente contenuto. In queste foto ne indosso proprio uno in grigio, fatto a cappottino, con le maniche in maglia grossa. Abbinato ad un maglione col collo alto è perfetto anche senza sciarpa, che in questo caso non starebbe bene. Cappello e guanti (che non avevo) sono infine indispensabili in giornate così gelide. Dopo questa (velocissima) sessione semi-congelata di foto ho imparato a non dimenticarli più.

Qual’è il vostro capo preferito per proteggervi dal freddo?

Il cappottino in eco pelliccia e il maglione li ho trovati da Extrò abbigliamento via Roma 39, Crevalcore (BO).

Stivali in camoscio comprati online su Sarenza

Ciondolo Bijou Brigitte

Borsa Louis Vuitton

Cappello di mio padre

La faccia purtroppo è la mia. Non riesco proprio a nascondere la stanchezza.

cappottino-extro

maglione-panna-extro1 cappottino-extro-seduta cappottino-grey2-extro cappottino-grey-extro  giacca-grigia-Extro

0

1 Response

Leave a Reply