26
lug
2014
18

Piccola guida su come riconoscere le borse originali dai falsi #1: Balenciaga

 Piccola guida su come riconoscere le borse originali dai falsi #1: Balenciaga.

Girovagando sul web mi è capitato di notare quanti siano i siti che propongono in vendita imitazioni di borse firmate, con diversi escamoutages per superare il problema dell’illegalità. Spesso vengono chiamate “replica”, oppure “modello”. Se digitate per esempio “borsa Falabella  imitazione” su Google vi escono circa 64.000 risultati. Non è poco, eh? Io invece, che non amo i falsi sono però favorevole al vintage e al second hand purchè rigorosamente originali, e sono sempre alla ricerca di occasioni sicure che mi permettano di comprare le mie tanto amate it-bags spesso arrivando a risparmiare anche il 50% rispetto al prezzo del nuovo. Esistono ormai molti modi per comprare in sicurezza articoli di lusso usati, sia online, sia in negozio. Bisogna però stare attenti perchè l’insidia è sempre dietro l’angolo. Mi è capitato per esempio di vedere in un negozio di vintage in centro a Bologna borse Balenciaga originali mescolate a false. In quel caso il venditore non era competente al 100% ed era stato a sua volta truffato. In effetti se una replica è ben fatta può trarre in inganno. Ma molto spesso la truffa è calcolata appositamente… Come possiamo difenderci dai falsi senza rinunciare al piacere di acquistare in sicurezza?

Sette piccoli consigli per difendersi dalle truffe
  • Ovviamente in negozio è più facile: possiamo esaminare da vicino la borsa in questione, toccare la pelle, odorarla. Se si tratta di un acquisto online facciamoci inviare più foto possibile.
  • Richiedere sempre i cartellini di autenticità, dustbag e scatola se la borsa la prevede (tipo Chanel). Nel caso in cui manchi per esempio la dustbag ma siamo sicure dell’autenticità della borsa possiamo gicare un po’ sul prezzo.
  • Nel caso di acquisti online attenersi sempre alle norme di sicurezza, cioè privilegiare Paypal.
  • Diffidare sempre di prezzi troppo bassi, soprattutto per marchi come Chanel ed Hermès, che non perdono valore nel tempo, ma spesso ne acquistano.
  • Fare molta attenzione ai seguenti brand: Louis Vuitton, Balenciaga, Stella Mc Cartney, Prada, Miu Miu, Chanel, Hermès. Sono imitatissimi. Anche se ormai qualunque brand ha la sua replica.
  • Valutare l’effettiva convenienza: vale la pena acquistare un portafoglio usato di Louis Vuitton per il prezzo di 350 euro anche se originale? Secondo me meglio spendere qualcosa in più e acquistarlo nuovo in boutique. Idem per l’acquisto di una Balenciaga usata se vi viene proposta a 900 euro. Anche se in ottime condizioni, meglio acquistarla nuova in boutique a 1100 euro (a meno che non si tratti di un colore introvabile che cercate da tempo…)
  • Imparare ad essere attenti osservatori di ogni più piccolo dettaglio; prima dell’acquisto possibilmente fare un confronto con un modello uguale ma di sicura autenticità, per esempio in boutique.

Detto questo… Vi dò una piccola guida per riconoscere le Balenciaga originali, altro brand imitatissimo… Vista la mia collezione ormai sono una vera intenditrice, le riconoscerei anche ad occhi chiusi. Spero che vi possa essere utile!

DSC_0080

Ecco alcune foto di particolari di borchie ganci e moschettoni in ottone per le classic.
Fate attenzione alla piastrina con il numero di serie: questo codice ha un numero seguito da una lettera che indica l’anno di produzione. Ogni borsa ha un codice diverso dall’altra. I modelli classic FIRST, CITY, WORK e WEEKENDER hanno la piastrina in argento. Tutti gli altri modelli, comprese le versioni speciali covered hanno la piastrina in pelle. E’ importante saperlo per salvaguardarsi dalle contraffazioni. Qui sotto invece ecco la foto di una city falsa: mi è capitato spesso di vedere su Ebay inserzioni con vendita di molte borse con lo stesso codice: 0754C. Attenzione dunque a questo codice. Notate anche la differenza nell’incisione dei caratteri del nome della maison.
Borsa non originale
Altri dettagli di cuciture, rifiniture e retro delle borchie.
Per quanto riguarda le Giant, l’hardware si può presentare nelle versioni silver, gold e rose gold. Tutta la serie giant ha la piastrina interna in pelle anzichè in argento.
La part-time, compromesso molto comodo tra la City e la Work, presenta la caratteristica cucitura centrale e la tracolla. Solo i modelli First, City e Part-time sono dotati di tracolla. Se vi vogliono vendere una work con tracolla è un falso.
Ci sono riproduzioni davvero ben fatte e spesso non è facile riconoscerle, anche osservando attentamente tutti i dettagli che ho fotografato sopra. Ma c’è una caratteristica che non vi tradirà mai: la morbidezza del pellame e il suo buon odore caratteristico. Sono borse talmente morbide che non riuscirete a farle stare in piedi se non riempiendole di carta. Le venature sono caratteristiche della qualità della pelle e più la borsa è vecchia, più risulterà morbida. Da un paio d’anni a questa parte la maison ha introdotto novità nel trattamento del pellame per renderlo più duraturo nel tempo e per evitare che i colori più vivaci si scoloriscano (problema molto accentuato soprattutto per i modelli prodotti alcuni anni fa) perciò le borse più recenti sono più lucide e la pelle sembra un po’ più rigida. Spero che la mia piccola guida vi sia utile! Se avete domande o dubbi sull’autenticità di una borsa che volete acquistare chiedetemi pure. Bacio!
18

You may also like

Glicine
Camel coat: piccola guida per scegliere il cappotto giusto
Gonna lunga: cinque buoni motivi per indossarla
Come abbinare un cappotto bianco: 5 idee.

36 Responses

  1. molto utile questo post!
    io ne ho una dichiaratamente fuffa, ma l’ho presa a una bancarella di forte con tutte le borse in pelle… e l’originale con questo modello ha le borchie orrende! =P

  2. Miria

    Gentile Amica,
    disidero segnalare che nel suo articolo-elenco manca proprio l’elemento distintivo più importante che definisce da subito l’autenticità o meno di una borsa Balenciaga: tutte le viti interne delle borse originali, infatti, mostrano due piccoli tagli che permettono al “cacciavite” speciale usato dagli artigiani di questa griffe, di serrare ogni parte non cucita. La presenza di viti piatte o con taglio diritto o diverse da queste devono far da subito dubitare circa l’originalità del pezzo.
    Miria

    1. lucia

      Grazie Miria per il suo prezioso contributo!!! Appena possibile aggiorno l’articolo. Che belli questi contributi costruttivi, grazie!

  3. marcella

    Ciao grazie per la guida…vorrei acquistare una work…nuova ma da un venditore in internet….gli altri prodotti che vende riesco a capire da dettagli che sono originali, ma le balenciaga sono un mondo x me poco conosciuto….vorrei un grandissimo aiuto…se ti invio delle foto, sapresti riconoscerne l’autenticità? Se fossi così cortese di risp. Alla mia email ti invierei le foto…marcella1900@libero.it
    Un saluto e grazie
    Marcella

Leave a Reply