18
gen
2016
0

Come affrontare i periodi di stress intenso? Con una Stola Louis Vuitton e qualche piccola strategia

Come affrontare i periodi di stress intenso? Con una Stola Louis Vuitton e qualche piccola strategia

Trovarsi a riflettere sull’importanza del sapersi rinnovare. Sia in termini di immagine, sia in termini di malleabilità intesa come capacità di saper reagire positivamente ad ogni situazione quotidiana. Perchè come diceva Luca Carboni, “ci vuole un fisico bestiale per resistere agli urti della vita”. Testo azzeccatissimo. Bisognerebbe essere sempre pronti a tutto, a lasciarsi scivolare addosso situazioni, persone e parole che talvolta possono essere pesanti. Bisognerebbe saper prendere le cose con più leggerezza, proprio come suggerisce in una delle sue celebri frasi (che è anche una delle mie preferite) Italo Calvino. Nessuno meglio di lui saprebbe rendere il concetto. Per esprimerlo utilizza parole semplici, dirette, efficaci ed estremamente incoraggianti :

prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore.

Non è sempe facile. Per stare bene ci vuole semplicità infatti, pace con noi stessi e una piccola dose di incoscienza. Affiancate ad un po’ di ironia e qualche piccolo trucchetto. E non avere fretta di avere tutti i risultati subito. Ci vuole tempo.

Piccole strategie per affrontare periodi di stress intenso

Anche voi come me non siete proprio bravissime a lasciarvi scivolare addosso tutto quanto? Io ho un carattere estremamente sensibile e somatizzo molto tutto ciò che mi succede intorno, soprattutto sul lavoro, con il quale diciamo che non ho ancora imparato ad avere propriamente quel che si può definire un rapporto sereno.

Nel corso degli anni e grazie a diverse esperienze e i consigli di persone esperte del settore sto però imparando a gestire i momenti di stress più intensi e se vi ritrovate nelle mie parole, forse vi può essere d’aiuto qualche piccolo suggerimento che mi permetto di scrivere qui di seguito. Con la consapevolezza e l’umiltà che tutta la vita è fatta di apprendimento ed evoluzione, perciò occorre adattare continuamente i propri standard e le strategie ad un corpo, una psiche e un contesto che non sono mai gli stessi.

  • Imparamo ad ascoltare il nostro corpo: è il primo che ci manda segnali se qualcosa non va. Se ci sentiamo stanche assecondiamolo, riduciamo gli impegni, teniamo in agenda solo quelli obbligatori e ritagliamoci tempo per noi.
  • A volte abbiamo bisogno di annoiarci per poter apprezzare di nuovo le piccole cose monotone che facciamo ogni giorno.
  • Prendiamo coscienza che non possiamo fare 30 cose al giorno, perchè le giornate sono fatte di 24 ore. Bisogna selezionare e rinunciare a qualcosa: meglio fare due cose in meno ma cercare di farle meglio. Questo tiene lontana l’ansia e ci permette di provare più soddisfazione in quello che facicamo e gratitudine nei confronti delle cose che sappiamo fare.
  • Se sentiamo il bisogno di stare da sole assecondiamo questa necessità. Non è egoismo, è il nostro io che ci chiama.
  • Fare attività sportiva due/tre volte alla settimana: questo è importantissimo per scaricare el negatività, liberare sostanze a livello del sistema nervoso che contribuiscono al buonumore e sciogliere le tensioni muscolari. Sappiamo benissimo che lo stress fa contrarre soprattutto i muscoli di schiena e collo con annessi dolori…
  • Aiutiamoci con un utile integratore di magnesio: semplici bustine da sciogliere in mezzo bbicchiere d’acqua possono fare molto per alleviare i muscoli dalle troppe tensioni. Inoltre contrasta quella sgradevole sensazione di apatia e di stanchezza che talvolta accompagna il grigiore delle giornate invernali. Questa preziosa sostanza inoltre aiuta ad alleviare i disturbi premestruali di noi donne.
  • Curare il nostro corpo: un massaggio dall’estetista, una pulizia del viso, una seduta di trucco professionale possono fare molto per il nostro benessere: aumentano l’autostima e ci fanno sentire più rilassate e in ordine.
  • Shopping! Non compulsivo, ma mirato: concedetevi un solo acquisto, ma di lusso. Magari un accessorio, una cosa che desiderate da tempo, qualcosa che non passi mai di moda e che sicuramente vi darà soddisfazione e che impreziosirà i vostri look.
  • Concedetevi un po’ di svago del tempo libero e nel week-end. Cambiate ambiente, andate via, a fare un piccolo viaggio anche sono di una giornata. A vedere una mostra, a visitare un castello, una città. A esplorare nuovi sapori in un mini-tour enogastronomico. Distrarsi e fare cose diverse dal solito è il miglior modo per rilassarsi, tenere lontani i pensieri negativi, trovare nuove ispirazioni e ricaricarsi.

Ultimamente ho seguito tutti questi consigli alla lettera e ne percepisco i benefici. A proposito di shopping/travel theraphy, presto vi dirò quali sono stati i miei nuovi acquisti e i miei ultimi piccoli viaggetti, che sono stati un toccasana perchè dimostrano davvero quanto a volte basti poco per uscire dai nostri stessi loop mentali.

Un accessorio può fare la differenza? Secondo me si, anche se in questo caso sono due:

stola e borsa/scarf and bag: Louis Vuitton

cappotto/coat: Fay

stivali/overknee boots: Sarenza

 

 

 

cappotto-Fay-stola-Louis-Vuitton cappotto-Fay cappotto-Fay2 stola-Vuitton3 stola-Louis-Vuittoncappotto-Fay4

0

You may also like

Metti un tramonto, d’autunno. E un maglione over
Nothing to wear, ovvero: ho l’armadio pieno ma non ho nulla da mettermi
Faux fur, ovvero come dare un tocco di colore ad un look basico
Mantella corta: un’idea per indossarla e qualche dritta per gli acquisti

1 Response

Leave a Reply